Perché il Liceo Classico?

Il Liceo è una delle più antiche istituzioni culturali nella storia dell'umanità. Il fondatore, Aristotele, è considerato, ancora oggi, uno straordinario rappresentante della riflessione e della ricerca in ogni campo che vede protagonista l'Uomo. A distanza di circa 2500 anni quell'istituzione conserva intatto il suo fascino e la scuola che nell'ordinamento italiano ne ha derivato il nome, il Liceo Classico, rimane - in tutte le sue discipline - un modello insuperato di comunità educativa mirante alla formazione ampia ed armonica dell'individuo, in sé e nei rapporti con la realtà sociale.

La conoscenza del mondo greco-romano è da sempre considerata essenziale per l'acquisizione di quei valori umani e spirituali che sono alla base della civiltà occidentale. Lo studio delle discipline umanistico-letterarie, oltre a costituire un diletto per lo spirito, permette di affrontare ed analizzare fenomeni e problemi con un approccio concettuale sistematico di indubbia efficacia educativa e, grazie anche all'apporto di tutte le altre discipline presenti nel curricolo, porta i giovani al possesso di una particolare sensibilità storico-culturale e di un metodo di studio autonomo e rigoroso.

La formazione culturale consente un ampio orizzonte di scelte, sia per il prosieguo degli studi a livello universitario sia per l'inserimento nel mondo del lavoro, che oggi ed ancor più domani richiede non tanto una preparazione di tipo specialistico o settoriale quanto solide conoscenze di base, possesso di capacità logiche e critiche, rigore di analisi, duttilità operativa e disponibilità all'adattamento professionale, così da corrispondere alle innovazioni tecnologiche e alle mutevoli esigenze della società.

Il Liceo Classico è dunque una scuola al passo coi tempi, pronta a rinnovarsi e ad accogliere le modifiche derivanti dai mutati orientamenti culturali e metodologico-didattici, come lo studio quinquennale di una o due lingue straniere, il maggior spazio concesso alle discipline scientifiche (compresa l'informatica), le nuove educazioni e le moderne tecniche di comunicazione.

 

Perché il Liceo delle scienze umane?

Il percorso liceale orienta lo studente, con i linguaggi propri delle scienze umane, nelle molteplici dimensioni attraverso le quali l’uomo si costituisce in quanto persona e come soggetto di reciprocità e di relazioni: l’esperienza di sé e dell’altro, le relazioni interpersonali, le relazioni educative, le forme di vita sociale e di cura per il bene comune, le forme istituzionali in ambito socio-educativo, le relazioni con il mondo delle identità e dei valori. 

 

  • Vuole cogliere la complessità e la specificità dei processi formativi;
  • Acquisire la padronanza dei linguaggi, delle metodologie e delle tecniche di indagine nel campo delle scienze umane.

 

  • Sei interessato al senso della condizione umana, della convivenza e della organizzazione sociale;
  • Se ti incuriosisce l’esplorazione della realtà del presente;
  • Se ti incuriosiscono le dinamiche sociali.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.